Classifiche

Serie C

Juniores

PosClubPWDLFAGDPts
177004053521
274214383514
374213072314
4741225151013
574032018212
673131820-210
772051931-126
871061442-283
98008669-630

TRENTO CLARENTIA AL TAPPETO NEL FINALE: CON IL VENEZIA TERMINA 1-2

Un blackout a dieci minuti dal termine costa caro al Trento Clarentia che subisce due reti in rapida successione dopo essere andato in vantaggio con Rosa ad inizio ripresa. Camilli firma la doppietta per le veneziane e giustizia la squadra di Pavan che, fino all’ottantesimo, aveva disputato un’ottima gara.

Live match

Mister Pavan conferma le indiscrezioni della vigilia e affida a Lucin la corsia di destra nel consueto 4-3-1-2. In attacco Rosa spalleggia invece il tandem composto da Daprà e Maurina.
In avvio di partita è proprio Maurina a dare fuoco alle polveri concludendo dal limite dell’area, ma il suo destro termina alto. La risposta del Venezia arriva a metà frazione e Marangon impatta bene sul cross di Camilli, Valzolgher però si distende e neutralizza il tiro dell’attaccante. Al 25’ gli ospiti costruiscono un’altra chance per passare in vantaggio e Camilli in spaccata manca di poco lo specchio della porta. Nella ripresa passa subito il Trento Clarentia: Torresani pennella un pallone in profondità per Rosa che prima conclude addosso al portiere e poi sulla ribattuta non perdona siglando l’uno a zero. Il Venezia prova subito a ristabilire gli equilibri iniziali e Marangon conclude un’altra volta al volo da dentro l’area, Valzolgher però si supera e blocca il pallone. Parità che arriva invece al 35’ su calcio d’angolo: Valzolgher è nuovamente prodigiosa sulla conclusione aerea di Bortolato ma non può nulla sul tap-in di Camilli che, sempre di testa, deposita il pallone in rete. Non passa nemmeno un minuto e gli ospiti trovano anche la seconda rete: Camilli si inserisce alle spalle della difesa, resiste alla pressione di Linda Tonelli e conclude con il destro da posizione defilata mandando la palla in buca d’angolo. Nel finale il Trento prova a riacciuffare la gara ma il Venezia chiude ogni spiraglio in difesa e torna a casa con i 3 punti.

IL TABELLINO DELL’INCONTRO

TRENTO CLARENTIA – VENEZIA FC FEMMINILE 1-2
TRENTO CLARENTIA: Valzolgher, Lucin, L. Tonelli, Lenzi, Ruaben, Fuganti, Torresani, A.Tonelli (29’st Chierchia), Rosa, Maurina (15’st Pedot) Daprà.
A disposizione: Suppi, Giovannini, Bon, Antolini.
Allenatore: Libero Pavan
VENEZIA FC FEMMINILE: Pinel, Casarin (26’st Bortolato), Vivian, Sabbadin, Zuanti, Ruggiero, Centasso (11’st Tosatto), Dal Ben, Tasso, Marangon, Camilli (47’st Roncato).
A disposizione: Berna, Malvestio, Cardas, Guizzonato.
Allenatore: Mauro Minio
ARBITRO: Vacca di Saronno.
RETI: 6’st Rosa (T), 35’st e 36’st Camilli (V).

 

 

IL TRENTO CLARENTIA CERCA CONFERME CONTRO IL VENEZIA

Servono conferme in casa Trento Clarentia. Dopo l’agevole successo in terra sarda, le gialloblu sono chiamate a ripetere tra le proprie mura (calcio d’inizio ore 14.30) la prestazione dell’ultimo turno contro una squadra ambiziosa ed attrezzata come il Venezia. Una vittoria permetterebbe alle ragazze di Pavan di consolidare il terzo posto in classifica ma, soprattutto, di prendere coscienza dei propri mezzi. La direzione di gara sarà affidata al Signor Vacca di Saronno.

 

QUI TRENTO CLARENTIA

Il Trento Clarentia torna a calcare il campo di Mattarello dopo la sconfitta rimediata nel penultimo turno con la Riozzese. Libero Pavan si aspetta una prestazione completamente diversa dalle sue giocatrici che, contro la capolista, sono mancate di convinzione: “Questa è la partita giusta per prendere coscienza del nostro valore. Sul nostro campo non possiamo concedere un tempo all’avversario come è successo con la Riozzese, dobbiamo entrare determinate e fare la nostra partita”. La gara con il Venezia, secondo l’allenatore gialloblu, sarà un vero e proprio test per la squadra: “In estate le avversarie si sono rinforzate molto ed erano partite con grandi ambizioni. Dovremo stare attente perché la posizione in classifica che occupano non rispecchia il loro reale valore”. In settimana Bon ha accusato dei problemi al polpaccio che mettono in dubbio la sua presenza nella gara di domani mentre non sarà sicuramente della partita Varrone che è alle prese con l’otite.

 

LE AVVERSARIE

Il Venezia Fc Femminile nasce in estate dalla collaborazione tra il Venezia Football Club Spa e la A.S.D. Football Club Femminile Marcon, squadra con un passato ventennale alle proprie spalle.  Nella passata stagione il Marcon ha concluso il campionato di Serie B al sesto posto nel girone B.

 

I PRECEDENTI

Nella passata stagione Trento e Venezia (ex Marcon) si sono incontrate nella fase ad eliminazione diretta in Coppa Italia. La partita è terminata 1-1 ma le gialloblu hanno ottenuto il passaggio del turno vincendo la lotteria dei rigori.

 

LE CONVOCATE

PORTIERI: Valzolgher.

DIFENSORI: Lenzi, L. Tonelli, Chierchia, Lucin, Ruaben, Suppi.

CENTROCAMPISTI: Bon, Fuganti, Maurina, Torresani, Giovannini.

ATTACCANTI: Daprà, Pedot, Rosa, A. Tonelli, Antolini.

 

LE ALTRE PARTITE DEL GIRONE B

Riozzese – Padova (Arbitro Bortolussi di Nichelino)

Brixen Obi – Fiammamonza (Trevisan di Mestre)

Como 2000 – Permac Vittorio Veneto (Locapo di Torino)

Voluntas Osio – Unterlan Damen (Gai di Carbonia)

Vicenza – Oristano (Grassi di Forlì)

I progressi della squadra Juniores. A tu per tu con l’allenatore Cristian Dechiusole.

Il percorso del Trento Clarentia Juniores continua. La nuova squadra formata in estate è motivo d’orgoglio per la società gialloblu perché rappresenta una delle rarissime realtà di calcio femminile giovanile in regione. Il gruppo allestito in estate, passo dopo passo, sta riuscendo nel difficile intento di amalgamare giocatrici con una solida esperienza giovanile alle spalle con ragazze che si sono appena avvicinate alla disciplina. L’alchimista capace di far funzionare questo mix è, ovviamente, l’allenatore Cristian Dechiusole, coadiuvato da Omar Gerosa, Safia e Alessia.

Mister, ci ritroviamo. Come sta procedendo la stagione?

“Dal punto di vista tecnico sta andando molto bene. Le ragazze recepiscono gli insegnamenti e, anche se ogni tanto faticano a metterli in pratica, dimostrano disponibilità e impegno. Il campionato che stiamo affrontando però ha un livello molto alto e spesso le squadre avversarie mettono in campo tante giocatrici di categoria superiore che indirizzano la partita.”

Le ragazze come stanno vivendo questa esperienza?

“Personalmente non posso che dirmi contento del gruppo. Con impegno e dedizione stanno ottenendo dei vistosi miglioramenti ma è sempre difficile notarli quando i risultati stentano ad arrivare. Hanno bisogno sicuramente di acquisire fiducia e di mantenere la calma anche quando il punteggio è sfavorevole. Alla base di tutto comunque c’è il divertimento, come dovrebbe sempre essere quando ci si trova nelle giovanili.”

Quanto contano i risultati in una realtà nuova come questa?

“I risultati in un campionato Juniores servono solo per far felici le giocatrici. A me interessa unicamente la prestazione e penso che dovrebbe essere così per tutti gli allenatori di calcio giovanile. Devo convincere anche le ragazze a concentrarsi maggiormente sulla performance, perché solo così si può arrivare a migliorare e fare punti.”