Prossimo incontro

Ultimo incontro

(1^ A)

(2^ A)

(3^ A)

(4^ A)

(5^ A)

(6^ A)

(7^ A)

(8^ A)

(9^ A)

(10^ A)

(11^)

(1^ R)

Classifiche

Serie C

PosClubPWDLFAGDPts
121191162125058
222152556203647
322141758372143
422141747281943
522114739211837
6229494134731
7228683829930
82283113430427
92273123636024
102264123446-1222
112243152961-3215
1221002114134-1200

Juniores

PosClubPWDLFAGDPts
116141189177243
215122162115138
31694378176131
41582543321126
5167094866-1821
6145183336-316
71431102653-2710
815211228106-787
91520131798-816

IL TRENTO CLARENTIA CHIUDE IN BELLEZZA ED ESPUGNA VITTORIO VENETO

Non poteva chiudersi in maniera migliore la stagione del Trento Clarentia. La squadra di Pavan vince in trasferta sull’ostico campo del Vittorio Veneto, nonostante lo svantaggio iniziale. Le padrone di casa vanno infatti avanti con Mella al 28’ del primo tempo ma un’ispiratissima Rosa ribalta il risultato con un goal per tempo. Missione terzo posto completata, da condividere con le cugine dell’Unterland Damen, vittoriose a loro volta nel derby altoatesino.

 

Live match

Mister Pavan torna a schierare il 4-3-1-2 che ha contraddistinto la maggior parte delle partite stagionali del Trento Clarentia, Rosa agisce da trequartista scambiandosi spesso di posizione con Alessandra Tonelli che in avvio spalleggia Daprà. Il Vittorio Veneto dà fuoco alle polveri e dopo due minuti sfiora il goal del vantaggio con una conclusione sottomisura di Zanon che termina alta. La reazione giallolblu passa dai piedi di Rosa che, in questa occasione, è sfortunata e colpisce la trasversa con un missile da fuori area. Alla mezz’ora le padrone di casa trovano il vantaggio: Mella Dialoga bene con Zanon al limite dell’area e si presenta davanti al portiere. L’attaccante prende poi la mira e infila la palla all’angolino basso battendo un’incolpevole Valzolgher. L’estremo difensore gialloblu si supera, invece, pochi minuti più tardi e salva il risultato con una spettacolare parata sul tiro angolato di Mella pareggiando così il duello personale con l’attaccante. Il miracolo di Valzolgher galvanizza il Trento Clarentia che si riversa in avanti trovando il goal del pareggio al 38’ con Rosa, abile a battere il portiere ospite. Nella ripresa, le gialloblu aggrediscono il match e Rosa si conferma in giornata: Alessandra Tonelli riesce a liberarsi per il cross e serve proprio il numero 10 in mezzo all’area che sbatte il pallone alle spalle del portiere con una pregevole volée siglando il 2-1. Il vantaggio gialloblu taglia le gambe al Vittorio Veneto che prova a scuotere la partita con alcuni cambi, senza riuscirci. Le aquilotte amministrano invece il pallone e portano a casa i tre punti senza sbilanciarsi troppo. Il Trento Clarentia, dopo aver superato il numero di punti dell’andata, centra anche il secondo obiettivo stagionale e conquista un pregevole terzo posto. Fondamentali, in tal senso, le sei vittorie consecutive collezionate nel finale di stagione che fanno ben sperare per la prossima.

 

IL TABELLINO DELL’INCONTRO

VITTORIO VENETO – TRENTO CLARENTIA 1-2

VITTORIO VENETO: Reginato (23’st Da Ronch), Mella (37’st Canzi), Foltran, Zanon, Tomasi, Furlan, Tomasella (23’st Cartelli), Padovan (31’st Martinis), Mantoani, Coghetto, Modolo.

A disposizione:

Allenatore: Maria Macrì

TRENTO CLARENTIA: Valzolgher, Varrone, L. Tonelli, Ruaben, Lucin, Fuganti, Torresani (36’st Tononi), Poli, Rosa (43’st Parisi), A. Tonelli, Daprà (36’st Maurina).

A disposizione: Tonetti.

Allenatore: Libero Pavan

Arbitro: Cevenini di Siena

Reti: 28’pt Mella (V), 38’pt e 15’st Rosa(T).

L’ULTIMO BALLO: IN CASA DEL VITTORIO VENETO PER CONFERMARE IL TERZO POSTO

Il Trento Clarentia si appresta a scendere in campo per l’ultima partita stagionale, esattamente 18 giorni dopo lo spettacolare derby contro l’Unterland Damen che è valso l’aggancio al terzo posto. L’ultimo ballo sarà disputato in casa del Vittorio Veneto, ormai certo del secondo posto, che sarà intenzionato a ben figurare davanti al proprio pubblico. Dirigerà la sfida il Signor Cevenini di Siena.

 

QUI TRENTO CLARENTIA

Sono passate più di due settimane dall’ultima partita ufficiale del Trento Clarentia ma la partecipazione, con annessa vittoria, al Torneo Città della Pace ha permesso alle giocatrici di Pavan di non perdere troppa confidenza con il pallone. La trasferta a Vittorio Veneto rappresenta un’opportunità di rivalsa per le gialloblu: “La partita dell’andata ci ha permesso di capire il nostro valore, avevamo fatto 80 minuti di altissimo livello mettendo le avversarie in difficoltà con merito ma purtroppo, alla fine, la partita è stata decisa da un episodio sfavorevole. Vogliamo dimostrare di essere cresciute ulteriormente da allora e possiamo realisticamente avere delle chance per vincere la partita”, ha dichiarato l’allenatore gialloblu. “È probabilmente la squadra più fisica del campionato”, aggiunge Pavan, “ed hanno un’ottima organizzazione difensiva. In attacco poi hanno Piai che è capocannoniere del campionato, si trovano in quella posizione sicuramente per un motivo”. La lotta per il terzo posto, dunque, non è terminata con la vittoria del derby e la voglia di chiudere il campionato in bellezza è tanta: “Non sarà questa partita a delineare il livello della nostra stagione ma il terzo posto e il primato regionale in classifica ci stimolano a fare bene anche domani. Non avrà vita facile neanche l’Unterland che è impegnato nel derby contro il Brixen, vedremo come andrà”. Tra le convocate di Pavan spicca l’assenza di Zappini che ha subito un brutto infortunio al ginocchio del quale si deve ancora valutare l’entità.

 

LE AVVERSARIE

Il Vittorio Veneto, è una squadra di calcio femminile con sede nella città di Vittorio Veneto, in provincia di Treviso. Per anni militante nei campionati di secondo livello del campionato italiano di calcio femminile, le Serie A2 nei primi anni duemiladieci e B nella prima parte della sua esistenza, ha ottenuto la storica promozione in Serie A al termine della stagione 2014-2015.

 

COSI’ ALL’ANDATA

TRENTO CLARENTIA – VITTORIO VENETO 0-1

TRENTO CLARENTIA: Valzolgher, Varrone, L. Tonelli, Lenzi (40’st Chierchia), Ruaben, Fuganti, Torresani, Poli, Rosa, A. Tonelli, Daprà (35’st Maurina).

A disposizione: Lucin, Mora, Pedot, Tonetti.

Allenatore: Libero Pavan

VITTORIO VENETO: Reginato, Mantoani, Martinelli, Furlan, Tomasi, Tommasella, Foltran, Stefanello, Zanon (29’st Mella), Coghetto (14’st De Martin).

A disposizione: Da Ronch, De Val, Da Ros, Gava, Padovan, Zanella, Modolo.

Allenatore: Fabio Toffolo

Arbitro: Santarossa di Pordenone

Reti: 47’st rig. Tommasella (V)

 

I PRECEDENTI

Nella passata stagione Trento Clarentia e Vittorio Veneto si sono incrociate due volte. Nel girone d’andata ad avere la meglio è stata la formazione veneta (3-0), mentre al ritorno la partita è terminata in parità (1-1).

 

LE CONVOCATE

PORTIERI: Valzolgher.

DIFENSORI: L. Tonelli, Chierchia, Lucin, Ruaben, Varrone.

CENTROCAMPISTI: Fuganti, Poli, Torresani, Parisi, Tononi, Tonetti.

ATTACCANTI: Daprà, Rosa, A. Tonelli, Maurina.

 

LE ALTRE PARTITE DEL GIRONE B

Venezia – Padova (Arbitro Martino di Firenze)

Fiammamonza – Riozzese (Spinetti di Albano Laziale)

Unterland Damen – Brixen Obi (Mescoli di Modena)

Vicenza – Como (Di Renzo di Bolzano)

Voluntas Osio Sotto – Oristano (Campazzo di Genova)

TRENTO CLARENTIA VITTORIOSO AL TORNEO DELLA PACE

Vincere per continuare a vincere. Il Trento Clarentia non si ferma neanche nella domenica di Pasqua e trionfa nel Torneo Città della Pace, storica manifestazione organizzata a Rovereto e giunta alla 32° edizione. All’evento erano presenti squadre da tutto il mondo e la formazione gialloblu, composta da giocatrici della prima squadra e da ragazze dell’Under19, è riuscita a ben figurare nel torneo e ad alzare la coppa davanti al numeroso pubblico accorso allo Stadio Quercia. Nel proprio girone, il Trento Clarentia si è qualificato  vincendo con Paulaner Wieden (2-0) e Sana 2014 (1-0), nonostante la sconfitta con l’ Anhausen (1-0) mentre, in semifinale, le gialloblu sono dovute passare dalla lotteria dei rigori per vincere contro l’Isera (0-0, 4-3 d.c.r.) nonostante le numerose occasioni create. La finalissima, disputata ancora con l’Ahnausen, è stata infine decisa dalle reti di Maya Antolini e Giorgia Daprà, che hanno permesso al Clarentia di rifarsi dopo la sconfitta ai gironi, nonostante il goal siglato nella ripresa delle avversarie. L’unica nota dolente del weel-end riguarda Silvia Zappini che ha subito un brutto infortunio al ginocchio del quale ancora non si conosce l’entità. Ora la concentrazione torna sul campionato, che si concluderà domenica contro il Vittorio Veneto.